Instagram Streaming
info@natwo.it +39.3471856724

Era da tempo che volevo darvi un assaggio su questa particolare meditazione guidata che sono solita fare, è la meditazione dei chakra, i benefici sono immediati e incredibili.

Se hai perso gli articoli generali sulla meditazione e i chakra ti lascio i link (si apriranno in altre schede e non perderai questa pagina) in tal modo avrai una visione ottimale su quanto concerne la meditazione e i vari plessi che andremo a sbloccare.

Buona serenità <3

 

Questo esercizio è molto lungo:
non scoraggiatevi se la prima volta vi distraete.
Accade a molte persone.
Prestate però attenzione al chakra
dal quale vi siete allontanati.
Ne ricaverete un indizio che vi permetterà
di individuare quel lato della vostra esistenza
o del vostro corpo energetico
che necessita di particolari attenzioni e cure.

 

 

1.
Chiudete gli occhi. Concentratevi sul respiro.Rilassate il corpo.

2.
Quando vi sentite pronti, visualizzate le radici che, partendo dalla pianta dei piedi e dalla base della schiena, affondano nella Terra.

3.
Non appena le vostre radici sono penetrate in profondità, e il vostro corpo è più leggero e aperto,invertite il processo e iniziate a risucchiare energia dalla terra. L’energia della Terra porta cure e nutrimento. Espellete tensioni e tossine
e inalate l’energia risanatrice della Terra.
4.
Sentite l’energia che si raccoglie alla base della spina dorsale e si riversa nel chakra della Radice (pube/genitali).
Visualizzate l’energia di questo chakra come una fiamma rossa nel vostro corpo. Questo chakra è la sede della vostra sicurezza e stabilità. Se vi trovate in profonda armonia col vostro corpo e col mondo, esso è aperto e lascia scorrere l’energia senza intoppi.

5.
Quando vi sentite pronti, lasciate che l’energia della Terra, scorra lungo la vostra spina dorsale, raggiungendo il secondo chakra (il chakra del Sesso).
Esso si trova circa cinque centimetri sotto l’ombelico ed è la sede di ogni tipo di energia creativa:  fìsica, artistica e sessuale.
Guardatelo risplendere di luce arancione. Quando questo chakra è aperto, il vostro corpo è colmo di gioia. Vi aprite alla creatività e alla sessualità.
Siete radiosi e vitali.

6.
Scegliendo voi il momento, aspirate l’energia della Terra fino al Plesso Solare.
Questo chakra è il punto di contatto tra voi, la vostra volontà e la vostra forza.
Immaginate una luce calda e gialla che pulsa nel vostro Plesso Solare.
Misurate la vostra forza, la vostra capacità di raggiungere le mete a cui siete destinati.

7.
L’energia continua a zampillare dalla Terra, risalendo lungo il vostro corpo.
Ora essa scorre nel chakra del Cuore. Visualizzate una bella luce che risplende, verde e vitale come la primavera, al centro del vostro petto. Il chakra del Cuore è la sede dell’amore e delle emozioni.
Prendete contatto con la vostra natura affettiva, con la forza e la tenerezza dei vostri sentimenti. Voi siete creature d’amore, nate in questo mondo per dare e ricevere amore.

8.
Lasciate che l’energia risalga nel vostro petto fino a un punto a metà strada tra cuore e gola, due o tré centimetri al di sotto delle clavicole. È il chakra del Timo, il chakra della compassione, del senso di comunità e di pace.
In questo punto, visualizzate una luce acquamarina. Sentite il vincolo che vi unisce alla famiglia, agli amici, a tutta l’umanità. Prendete coscienza del fatto che non siete soli,
ma una parte integrante del Tutto.
9.
Ora, permettete all’energia di risalire fino alla gola e alle orecchie. Visualizzate in questo punto lo splendore di una luce blu. Se ne sentite il desiderio, potete emettere un suono. Un suono che vi faccia sentire a vostro agio e massaggi i muscoli della gola.
Esso vi aiuterà ad aprire questo nodo di comunicazione. Il chakra della Gola governa la parola e l’udito, la sincerità e la spontaneità. Visualizzate un triangolo rovesciato
che colleghi le orecchie e la gola. Appoggiate dolcemente la punta delle dita
sulle orecchie e unite il palmo delle mani, formando una V sotto il mento,
per collegare le orecchie alla gola. Ora vi state aprendo alla comunicazione,
potenziando la vostra capacità di ascoltare e parlare.

10.
Portate l’energia al centro della fronte, al Terzo Occhio. È la sede della consapevolezza allargata, della percezione extrasensoriale. Sentite il punto di luce color indaco
che brilla al centro della vostra fronte. Collegandovi a questo chakra, potete risvegliare le vostre doti extrasensoriali, la capacità di percepire altri mondi.

11.
Ora lasciate che l’energia salga fino al punto più alto della vostra testa, al chakra della Corona. Questo è il collegamento con la consapevolezza di Dio, del vostro Sé Superiore. Concentratevi su questo punto e mantenete la respirazione dolce e costante. Immaginate una luce violetta, pulsante, che si irradia da tale chakra.
Lasciate che l’energia acquisti maggiore intensità.

12.
Visualizzate l’energia che, attraverso le radici, sale dal centro della Terra attraverso ciascun chakra e dirompe in un geyser di luce dalla sommità del vostro capo.
Osservate la luce che sgorga e ricade attorno a voi come una fontana, ripulendo il vostro corpo, armonizzando e riequilibrando tutti i vostri chakra.

13.
Continuate a respirare con ritmo costante e calmo. Sentite tutti i chakra riempirsi di luce. Quando siete pronti, immaginate ancora una volta i viticci e i rami di luce che dalla sommità del vostro cranio si protendono ad abbracciare la Luna, il Sole, i pianeti del sistema solare, le stelle, il regno celeste. Ora, attraverso queste fibre, l’energia celeste inonda come una cascata il vostro chakra della Corona e lo fa risplendere.

14.
Chakra dopo chakra, lasciate che l’energia si riversi fin nelle radici, inondando la Terra. Ora tutto il pianeta emana un forte splendore.

15.
Adesso le energie della Terra e del Cielo scorrono a ondate alterne attraverso i chakra,
collegando il vostro corpo all’universo.
Concentratevi su un chakra alla volta. Immaginate voi stessi come un arco di luce vivente, un estremo proteso nell’universo e collegato al Creatore,
l’altro incatenato alla Terra.

16.
Concentratevi sul respiro, poi riprendete contatto col vostro corpo e con il luogo in cui vi trovate. Quando vi sentite pronti, aprite gli occhi e guardatevi intorno.
Ricordate le sensazioni che avete provato dopo il primo esercizio?
Raffrontatele con ciò che provate adesso.
Quali differenze notate?
Guardatevi intorno:
la stanza vi sembra diversa?
Alzatevi, stirate le membra, muovetevi.
La percezione del vostro corpo è cambiata?
Analizzate tutti i cambiamenti che l’esercizio ha prodotto nelle vostre percezioni e sensazioni. Ogni volta che ripetete l’esercizio, scoprirete che la vostra capacità di radicare è migliorata. Anche i chakra si faranno sempre più percepibili.

X
You don't have permission to register